Roma avrà il morbillo

No, capiamoci: rischia di prendere il morbillo!

La notizia diffusa oggi, 16 marzo 2017, dai telegiornali secondo cui i casi di morbillo in Italia sono aumentati del 200 % rispetto agli anni scorsi a causa della mancata vaccinazione dei bambini, mi ha dato lo spunto per un paragone che spero riuscirò a spiegare nel corso dell’articolo.

Il Ministro della Sanità raccomanda ai cittadini di sottoporre a vaccinazioni i bambini. Una volta alcune vaccinazioni erano obbligatorie e, senza di esse, il bambino non poteva essere iscritto a scuola. Ciò ha permesso di debellare tali malattie, pensiamo, ad esempio al vaiolo.

Ad un certo punto si è ritenuto di trasformare l’obbligo delle vaccinazioni con una semplice raccomandazione. Naturalmente pareri contrari di gente presunta competente ma anche di chiacchieroni, di comici e di incompetenti hanno diffuso la sensazionale notizia che i vaccini servivano alle lobby delle case farmaceutiche e che essi producono malattie peggiori di quella di cui ci si vaccina.

Al contrario la Comunità Scientifica mondiale raccomanda e chiede che tutte le vaccinazioni siano rese obbligatorie perché oltre a far riemergere le malattie debellate, senza di esse, sono a rischio non solo chi non si vaccina ma anche chi non può vaccinarsi o chi non ha raggiunto l’eta della vaccinazione.

Tutto ciò produce rischio per i cittadini piccoli e grandi e una enorme spesa a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

Se è vero questo (e io personalmente non lo so) e il Ministro della Sanità lo raccomanda perché è un grosso problema sociale, il Parlamento italiano dovrebbe rendere obbligatorie le vaccinazioni.

Il problema sta nel termine “obbligatorio” che è l’esatto contrario del termine “vietato”. Sono due termini assoluti che non hanno interpretazioni ma sono del tutto assenti nei dizionari delle Istituzioni italiane, nonostante siano essenziali per una convivenza democratica.

Il Comune di Roma, ad esempio, non è in grado di obbligare le ditte private che hanno costruito il megaparcheggio a via Como a lasciare una parte dei parcheggi a disposizione della cittadinanza e realizzare opere pubbliche a favore della collettività e quelle per il ripristino dell’oasi verde e il centro sportivo in superficie. E il Municipio II non è in grado di obbligare le medesime ditte a far ripristinare i marciapiedi a ridosso del vergognoso rettangolo che circonda questo scempio.

Lo stesso Municipio II non obbliga la riapertura del giardino di Villa Massimo e non obbliga gli esercenti che hanno compiuto, nel proprio territorio, abusi edilizi a demolirli. Inoltre non vieta l’uso di vernici facilmente cancellabili per la segnaletica orizzontale e soprattutto per i passaggi pedonali.

Non vieta che la stazione Tiburtina diventi zona di bivacco, che a piazza Bologna si spacci alla luce del sole (anzi della luna e dei lampioni) che i venditori abusivi si approprino di via Ravenna indiscriminatamente, che si piantino cartelli pubblicitari abusivi davanti al palazzo delle Poste.

Non obbliga l’AMA ad effettuare la pulizia delle strade, non è in grado di obbligare i proprietari dei cani a raccogliere le cacche dei propri compagni, non vieta di sporcare e rendere impraticabile piazza Bologna, non obbliga il servizio giardini a rendere sicuri i pini di villa Paganini, non vieta il parcheggio selvaggio delle macchine sui passaggi dei disabili, sui passaggi pedonali, e in doppia fila, non vieta di rovistare nei cassonetti, non obbliga a ripristinare in modo giusto il manto stradale dopo i lavori di scavo.

Ma allora, perché? Semplice: perché, come il Municipio II, Roma non si è vaccinata e non adotta i termini “divieto” e “obbligo”.

Finirà per prendere il morbillo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...