Decenza

“Non sparare sulla Croce Rossa”. E siamo tutti d’accordo ma a tutto c’è il limite della decenza. La solidarietà e gli aiuti sono cosa buona e giusta ma devono essere espressi in forme decorose.

La zona della stazione Tiburtina è luogo di somministrazione di alimenti e bevande ai clochard e a tutte le persone in stato di bisogno da parte di volontari con ogni buona intenzione e di questo non si può che darne atto. Il problema è come e dove avviene questa buona azione quotidiana. Per la strada, in condizoni igieniche impossibili, con conseguenze disastrose per i cittadini che abitano nella zona.

Così il Comitato Cittadini Stazione Tiburtina, ha, giustamente, interpellato la ASL competente con la mail certificata e circostanziata che qui riportiamo e che è stata inviata anche al Municipio II, alla Questura di Roma, al Commissariato Porta Pia. Con questa mail si vuole interessare istituzioni che sembra non conoscano lo stato di degrado in cui versa tutta la zona intorno alla stazione.

“Spett.le Asl Roma 1,

io sottoscritto Lorenzo Mancuso, residente a Roma in Circonvallazione Nomentana 484 00162 Roma, in nome e per conto del Comitato Cittadini Stazione Tiburtina che conta ad oggi oltre 500 adesioni di residenti della Zona siamo a chiedervi un parere in merito alla somministrazione di pasti e bevande sotto la sopraelevata ed in particolare all’uscita della metropolitana.

Premettendo che:
• da anni viene effettuata in orario serale da gruppi spontanei e senza alcuna autorizzazione la somministrazione di pasti e bevande agli ubriachi sotto la sopraelevata antistante la Stazione Tiburtina ed in particolare all’uscita della metropolitana all’incrocio tra Via Lorenzo il Magnifico e la Circonvallazione Nomentana e che a queste iniziative partecipano centinaia di persone problematiche;
• la somministrazione di pasti e bevande avviene in contesti improvvisati e sprovvisti di qualsiasi accortezza igienica;
• come ripiano per poggiare gli alimenti viene usato il muretto delle uscite della metro (vedi foto allegate);
• spesso come bevande vengono addirittura somministrati degli alcolici;
• non essendoci servizi igienici gli utenti di questi servizi finiscono per riversare i propri bisogni fisiologici in strada proprio sotto la sopraelevata;
• nonostante la pulizia energica dell’Ama fatta con mezzi speciali da rilevazione esperta effettuata un’ora dopo la pulizia settimanale del mercoledì l’odore di urina non viene eliminato e anzi resta fortissimo causando forti disagi tra cui nausee e vomito ai passanti e ai residenti nonché ai fragili utenti a cui vengono somministrati pasti e bevande.

Si chiede alla Asl Roma 1 di esprimersi in merito:
• all’idoneità del luogo in cui viene effettuata questa attività di somministrazione di pasti e bevande;
• alla congruità delle procedure con cui questi pasti e bevande vengono somministrati;
• alle procedure di pulizia necessarie per evitare problemi igienico sanitari dovuti al riversarsi quotidiano di urine nell’area;

Ringraziandovi in anticipo per il vostro prezioso lavoro restiamo a disposizione per tutti gli ulteriori chiarimenti necessari.

Grazie,
Lorenzo Mancuso

Il Comitato per il Decoro Urbano si unisce alla richiesta del dr. Mancuso e chiede che vengano fatte rispettare le norme igieniche e vengano introdotte procedure idonee ad assistere queste persone bisognose nei luoghi e nei modi consoni.

Un grande risultato sarebbe anche quello di vedere gli organi competenti agire direttamente nelle situazioni di degrado senza aspettare che i cittadini raggiungano questi livelli di esasperazione.

Valter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...