A terra il mostro

Siamo finalmente certi che la demolizione del tratto della Tangenziale Est prospiciente la Stazione Tiburtina, un progetto atteso da anni, presto diventerà realtà.

Infatti, Roma Capitale Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana – U.O. Nuove Opere Stradali SDO, ha bandito la gara di appalto per “Lavori di demolizione del tratto in elevazione e relativi svincoli della circonvallazione Nomentana prospicienti alla stazione Tiburtina e sistemazioni superficiali I stralcio del I lotto funzionale” del valore stimato di  8 290 423.30 EUR, IVA esclusa. Si tratta di una gara a livello europeo. Una delle caratteristiche è che il prezzo non è il solo criterio di aggiudicazione e tutti i criteri sono indicati nei documenti di gara.

Andare alla genesi del progetto e seguirne gli sviluppi e i relativi problemi fino alla pubblicazione del bando di gara è un’impresa difficile. Solo chi è direttamente interessato alla vicenda perchè vive quotidianamente i suoi disagi può raccontare le vicissitudini, gli infiniti appelli, incontri, consultazioni, pressioni fatti dai residenti e comitati nel corso degli anni, senza farsi distrarre da chi proponeva ignobili orti babilonesi sopra la tangenziale e, ostinatamente e pazientemente, portare avanti una battaglia senza arrendersi mai ad ogni livello amministrativo in ogni consiglio comunale.

E oggi, il Comitato Cittadini Stazione Tiburtina, ha ancora la forza di ringraziare con questo comunicato sui social:

“Lo avevamo esaminato in commissione congiunta con LLPP insieme alla Presidente Alessandra Agnello a maggio, rimarcando l’importanza che tale intervento ha per gli abitanti del quadrante. Come da cronoprogramma emerso durante la seduta, entro il 31/12 del 2017 è stata bandita la gara, per la precisione il 29/12.

Un lavoro importante per cui voglio ringraziare Risorse per Roma per la progettazione e il Dipartimento SIMU per le attività di gara, oltre agli Assessori competenti per aver monitorato le attività e mantenuto i fondi in bilancio.

Ora comunque il percorso non è concluso, sarà importante infatti progettare con qualità e attenzione agli utenti deboli gli spazi aperti che verranno ricavati. L’avvio dei lavori è ipotizzabile entro 9/12 mesi, una volta espletate le procedure ad evidenza pubblica.”

Già! Il percorso non è concluso! Ora bisognerà vigilare, monitorare, mai allentare la pressione. Siamo solo alla prima tappa del percorso, un percorso che sarà pieno di insidie, di ricorsi, di annullamenti, di allungamenti, di sforature. Tutte cose che conosciamo bene, che fanno parte dei lavori pubblici italiani e, in particolare di Roma Capitale.

Ma il Comitato Cittadini Stazione Tiburtina ormai si è “fatto le ossa!” saprà vigilare e avrà sempre al suo fianco il Comitato per il Decoro Urbano e altre associazioni di cittadini che sosterranno il progetto di riqualificazione del quadrante della Stazione Tiburtina.

 

Valter

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...