Lo stravacco

I tempi sono quelli che sono, l’eleganza, il garbo nei modi, il comportamento dignitoso e beneducato sono concetti sconosciuti ai più. Trasversalmente ai sessi, al ceto, al rango sociale. Fracassoni maleducati e aggressivi ovunque.

Ma lo stravacco che si osserva nelle città è anche condizione patologica dell’ anima. Nel peggiore degli stravacchi di solito si esibiscono i più giovani, certo non tutti, non sempre, ma in numero più che sufficiente per evidenziare il fenomeno anche ai meno attenti.

La malattia di cui sopra colpisce dovunque, sui sedili dell’ autobus, dove lo sbraco è particolarmente accentuato, nella sala di un museo, sul sagrato di un chiesa e alle fermate dei bus, dove, anche ragazze in mini, si stravaccano per terra, senza il senso dello schifo, vinte da infinita stanchezza esistenziale.

Sulle panchine dei giardini, ma questo è un must, in mezzo ai corridoi della metro e del trenino, sui gradini e negli androni di abitazioni private. Trovando un pendant perfetto nel contorno dei cassonetti rigurgitanti immondizia, un autentico quadro della colorita produzione “street art”..

 

Maria Antonietta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...